13
Il controllo di gestione: la risposta a domande che si pone ogni imprenditore
In questo capitolo verranno affrontate le tematiche generali relative al controllo di
gestione; ne verrà data una definizione e saranno delineate le finalità dello stesso.
Inoltre, verranno svolte alcune considerazioni sull’utilità di questo processo e sulle
possibili soluzioni organizzative. Infine, alcune riflessioni riguarderanno l’insieme
degli strumenti di controllo attivabili, con specifico riferimento ad una piccola e
media impresa.
1.1
Che cosa è il Controllo di Gestione?
Controllare un’azienda significa guidarla verso il raggiungimento dei propri obiettivi.
Il controllo ha quindi lo scopo di favorire il “governo” del sistema aziendale in modo
da consentirgli, attraverso modifiche ed aggiustamenti, di conseguire gli obiettivi
prefissati. Il controllo di gestione viene inteso come “controllo-guida”, cioè come
processo mediante il quale il vertice aziendale si assicura che le risorse siano
acquisite e successivamente utilizzate in modo efficace ed efficiente al fine ultimo
di perseguire gli obiettivi dell’organizzazione, effettuando un continuo e dinamico
raffronto tra la realtà e la previsione.
Le risorse (tecniche, finanziarie, di personale, ecc.) devono quindi essere acquisite e
utilizzate con efficienza ed efficacia. In particolare, l’efficienza è l’attitudine dell’azienda
ad ottimizzare la quantità di risorse occorrenti per ottenere un determinato volume
di output (es. prodotti, lavorazioni ecc.).
Mentre, l’efficacia è l’attitudine ad ottimizzare i risultati riguardanti gli output della
gestione (es. raggiungere i livelli di produzione, lavorazione, ecc. massimi possibili,
centrando gli obiettivi aziendali).
IL CONTROLLO DI GESTIONE:
LA RISPOSTA A DOMANDE
CHE SI PONE OGNI IMPRENDITORE
2
1
2
Tale monografia è stata realizzata dallo spin off universitario LIVE srl, sotto la supervisione del Prof. Stefano Marasca
Direttore del Dipartimento di Management dell’Università Politecnica delle Marche con la collaborazione del Prof.
Danilo Scarponi, docente di Programmazione e controllo nella sede di San Benedetto del Tronto della Facoltà di
Economia “Giorgio Fuà” della stessa Università.