17
interna ed ha lo scopo di determinare risultati e/o costi analitici di periodo (es.
costo o redditività di un singolo prodotto oppure i costi di un reparto, ecc.);
CHECK
:
il controllo viene effettuato per comparazione tra i risultati desiderati,
definiti nel budget, ed i risultati effettivi o in corso di realizzazione, misurati dai
sistemi contabili ed extra-contabili. Tale comparazione viene rappresentata dai
REPORT che evidenziano le principali variazioni, raffrontando valori consuntivi e
valori obiettivo, ovvero valori di budget e valori consuntivi;
ACTION
:
le azioni correttive sono evidenziate nella predisposizione dei FORECAST,
che sono documenti atti a rappresentare le conseguenze economico/finanziarie
delle azioni correttive eventualmente intraprese.
1.2
Serve il Controllo di Gestione in periodi così imprevedibili?
Controllare la gestione non vuol dire aspettare che i risultati “finali” siano conseguiti
per poi valutare e cercare di capire. Significa invece procedere secondo obiettivi
chiari e facendo un monitoraggio delle azioni in corso, con la massima tempestività,
per mantenere la possibilità di intervenire e correggere la direzione di marcia.
Come si può intuire, le varie fasi del processo di controllo richiedono sempre
l’istituzione di un confronto tra i risultati attesi e quelli effettivi. Per operare tale
confronto si ricorre ad appropriate “regole”, denominate “meccanismi di controllo”.
Il meccanismo di controllo per eccellenza si chiama “feed-back” e consiste proprio
nel confronto tra obiettivi o risultati attesi e quelli effettivi.
IL MECCANISMO DI FEED BACK
Definizione obiettivi
di gestione
Elaborazione programmi
di azione
Attività di gestione
Rilevazione risultati
effettivi
Confronto obiettivi
desiderati
e risultati
effettivi
Feed back per azioni correttive
Feed back azioni correttive
Punto di forza: apprendimento ex post
Debolezza: l’azione correttiva viene posta in essere quando i risultati
si sono realizzati e non si può “correggere la rotta”
Il controllo di gestione: la risposta a domande che si pone ogni imprenditore