51
operativi al fine di massimizzare il valore assoluto del Margine di Contribuzione.
Siamo in grado dunque di rispondere alle seguenti domande:
quali sono i mercati/clienti ed i prodotti che ci fanno guadagnare e quali
quelli che ci fanno perdere?
qual è il prezzo più idoneo per ogni prodotto?
Il margine di contribuzione, soprattutto nelle analisi di breve periodo e quindi
nello sviluppo del budget, svolge un ruolo fondamentale in quanto costituisce una
fonte di reddito manovrabile in grado di coprire i costi fissi operativi, difficilmente
comprimibili nel breve periodo in quanto determinati da scelte strutturali aziendali e
i costi finanziari e tributari.
Fondamentale è conseguire un adeguato margine di contribuzione in valore assoluto
anche attuando politiche di vendita aggressive che penalizzano il mdc% al fine di
poter generare un residuale e soddisfacente utile di esercizio atto a remunerare
adeguatamente il capitale di rischio.
2.6
Budget dei Costi Fissi per Centri di Responsabilità
Nelle PMI l’elaborazione del budget relativo ai costi fissi può essere effettuata
agevolmente seguendo un approccio funzionale tradizionale. In queste funzioni è
difficile, se non addirittura impossibile, quantificare i risultati dall’attività svolta e
creare un legame tra questi e le risorse impiegate. Gran parte dei costi nel breve
periodo sono vincolati in quanto conseguenza di decisioni prese in passato (affitti,
leasing, contratti di servizio pluriennale, ecc.) e quindi gli spazi di intervento dei
responsabili sono limitati. Altre voci, invece, si riferiscono a costi commerciali che
vengono programmati in base a scelte discrezionali della direzione, formulate anno
per anno in sede di budget, come i costi di pubblicità e di promozione, oppure
sono la conseguenza, in buona misura vincolata, di scelte strategiche, come ad
esempio il costo del personale direttivo. È facile comprendere, quindi, che scarsi
risultati può offrire l’applicazione dell’approccio incrementale/decrementale, spesso
seguito dalle aziende, sulla base del quale i costi di struttura discrezionali vengono
rivisti prendendo a riferimento i consuntivi dell’anno precedente. Per supplire alle
carenze di tale approccio, che può portare ad un aumento incontrollato di questi
costi, possono essere applicate tecniche più evolute come lo Zero Base Budget,
strumento che intende rimettere continuamente in discussione le attività svolte e i
correlati costi o l’Activity Based Budget.
Il budget dei ricavi e costi della gestione caratteristica